No, non ci siamo fermati

No, non ci siamo fermati

Se state pensando che questo è un titolo provocatorio e che gli immediati effetti dell’ultimo DPCM non siano ricaduti anche su di noi, beh, non è esattamente così.

In realtà, da 8 mesi, siamo sull’uscio nell’impossibilità di spalancare la porta e, al contempo, senza alcuna intenzione di chiuderla. La prospettiva è un orizzonte composto a metà: riusciamo a vederne solo una parte, il resto rimane dietro la porta e possiamo solo abbozzarne i contorni. Sarà per questo che durante il primo lockdown siamo entrati in fissa con Le Città Invisibili di Italo Calvino: quello che non si vede, può diventare un foglio bianco a cui mancano le parole e i disegni. Non è la fine, si può solo pensare ad aggiungere e tutto si trasforma in un esercizio di immaginazione e progettualità. Così, per l’ennesima volta in questo anno ballerino, ci ritroviamo davanti un orizzonte composto a metà e tutto il resto da ridisegnare.

Allora, cos’è che fa il MIB quando tutto, improvvisamente, si ferma?

Riflette molto su se stesso; appunta idee che poi strappa e poi riscrive da capo; ascolta le energie che lo circondano; si confronta costantemente con altre realtà per cogliere ispirazioni e osservare le cose da altre prospettive; sogna fortissimo e applica la regola Forrest Gump: ad un certo punto, non è importante la meta ma non smettere di correre. E quando si è un po’ stanchini va bene anche fermarsi purché, a differenza del film, dopo si ricominci a correre ancora più forte di prima.

Pertanto, vorremmo che il MIB restasse un presidio di progettualità per chiunque ne avesse bisogno. Inoltre, dando una sbirciatina alla sezione servizi del nostro sito, puoi scoprire come possiamo esserti d’aiuto sempre e non solo in questo momento specifico.

Ancora una volta, approfittiamo di questo tempo apparentemente sospeso per ricalibrare il nostro indice della felicità territoriale.

Questa sospensione, sino ad ora, ci ha ispirato i progetti migliori, permettendoci di realizzare l’invisibile e l’impossibile. Perciò sì, ci fermiamo, ma continuiamo a correre.

You don't have permission to register