Tre cose (+1 bonus track) da sapere per visitare i Santoni di Palazzolo Acreide durante le Giornate FAI d’Autunno

Tre cose (+1 bonus track) da sapere per visitare i Santoni di Palazzolo Acreide durante le Giornate FAI d’Autunno

Abbiamo già raccontato della candidatura dei Santoni a I Luoghi del Cuore FAI e della costituzione del comitato informale MIB- Mediblei per Cibele a supporto della loro candidatura. Di pochi giorni fa, invece, è la notizia che tra i mille luoghi aperti in tutta Italia nel corso delle Giornate FAI d’Autunno, ci saranno anche i Santoni di Palazzolo Acreide. È stato annunciato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano la mattina del 6 ottobre, nel corso della conferenza stampa in diretta nazionale dalla Sala Spadolini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, durante la quale i Santoni sono stati presentati tra le “chicche nazionali” fruibili proprio nel corso delle Giornate che in via del tutto eccezionale, per questa edizione, si svolgeranno per quattro giorni anziché due: il 17 e 18 ottobre e il 24 e 25 ottobre. Sarà possibile visitare i Santoni in tutte e quattro le date, dalle 10:00 alle 16:00, prenotando il proprio turno di vista direttamente dal sito del FAI.

L’apertura del sito archeologico in occasione delle Giornate FAI d’Autunno non è un’iniziativa scontata e necessariamente conseguenziale alla candidatura dei Santoni a I Luoghi del Cuore. La Delegazione FAI di Siracusa, di concerto con il Parco Archeologico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro ed Akrai e il Comune di Palazzolo Acreide, ha però compreso l’urgenza per la comunità di Palazzolo di riconettersi con un luogo determinante per la sua storia e per lo sviluppo turistico e culturale del territorio stesso. Per quattro giorni, infatti, il sito non sarà fruibile semplicemente perché ne è garantita l’apertura ma anche perché, grazie all’impegno dei volontari del FAI, i visitatori potranno essere guidati alla scoperta di un luogo considerato unico al mondo.

Proprio per la straordinarietà dell’evento in sé – e del periodo storico che stiamo vivendo – occorre arrivare preparati! Troverai, di seguito, un rapido elenco di consigli e informazioni da tenere bene a mente per non perdere questa occasione e viverla nel pieno rispetto di tutte le regole messe in atto dal governo per contrastare il rischio epidemiologico da COVID-19.

Più della meraviglia, è importante la salute, ça va sans dire.

1. OCCORRE PRENOTARE: non è obbligatorio ma fortemente consigliato. L’ingresso al sito archeologico sarà garantito, infatti, a 15 persone ogni 30 minuti ed è necessario ottemperare a tutte le norme anti- contagio. Questo vuol dire che l’ingresso al sito è contingentato e che sono vietati assembramenti. Ci si prenota esclusivamente attraverso il sito del FAI perché solo attraverso la piattaforma online del Fondo Ambiente Italiano, è possibile monitorare la disponibilità degli ingressi.

2. L’INGRESSO NON É GRATUITO: non si tratta di un vero e proprio biglietto ma di un contributo che il FAI chiede per sostenere le attività della Fondazione, oltre che per garantire la visita del sito in sicurezza. Il contributo minimo richiesto è di 3 € ma, in base alle proprie disponibilità, si può decidere di donare anche di più. I bambini non pagano fino ai 6 anni di età.

3. ABBIGLIAMENTO COMODO E MASCHERINA!: la mascherina è un dispositivo di protezione che devi avere sempre con te e che dovrai tenere sul viso per tutto il tempo di permanenza all’interno del sito, facendo attenzione che copra bene naso e bocca. Ricordati anche di mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 m dagli altri visitatori e di attenerti a tutte le norme igienico-sanitarie attualmente in vigore. In più, ti consigliamo di indossare un abbigliamento comodo e scarpe da trekking o per attività sportiva.

Sito archeologico dei Santoni a Palazzolo Acreide

BONUS TRACK: non è una cosa indispensabile da sapere, ma è un segreto che vogliamo comunque rivelarti: la suggestione che lascia nel visitatore ciò che è ancora visibile, è indescrivibile a parole. Questo luogo ha attraversato millenni di storia ma il mito della dea Cibele ha delle sfumature di significato che lo rendono ancora estremamente attuale e contemporaneo. Il suggerimento che ti diamo è quello di immergerti totalmente nell’energia di questo luogo, che è veramente unico al mondo, e, dopo la visita, speriamo che anche tu possa sentire come noi l’urgenza di fare il possibile per tutelarlo e salvaguardarlo, supportando anche tu la raccolta voti in favore dei Santoni a I Luoghi del Cuore FAI.

You don't have permission to register